CHI SONO?


Io sono il vento
che soffia sul tuo cuore

un'aria quieta
la brezza dell'amore

io sono il fuoco
che sprizza dalle braci

accese e ardenti
per cibo di passione

io sono l'acqua
di fonte di sorgente

sono la luce
che illumina la notte

io sono il pianto
d'angoscia se ti perdo

lacrime e stille
diventano rugiada

per innaffiare
respiro della terra

sono la mano
carezza sul tuo volto

io sono il tatto
misura del tuo corpo

sono l'olfatto
s'adagia sulle attese

sono l'udito
ascolto il tuo respiro

io sono il gusto
d'assaporarti all'alba

sono la vista
per rivedere i tratti

di tue sembianze
per carezzar il volto
nel canto di poesia

 

Poesia di Lorenzo Bacco

( © tutti i diritti riservati )

Nell’ultimo plenilunio,

dell’edera antica,

si avverte la presenza lieve

di colei che,

trafitta,

da un fremito arcaico e decidulo,

accarezza la vita e osserva

l’ancestrale migrazione del

costante essere e

del progressivo ed armonioso

incanto dell’avvertibile

“vento”…

 

Poesia di Tatiana Pisella 22/06/2011

(tutti i diritti riservati © )

All’altezza del petto,

tra le costole del vero,

come tra velluto di sogni,

imbandita di arsa sete demordente e

completa di accenti,

un’inusuale attesa demorde lo spirito e quieto giace

per mille anni e mille ere,

senza fretta e senza paura…,

il cuore.

 

Poesia di Tatiana Pisella 22/06/2011

(tutti i diritti riservati © )

 

Nel profilarsi,

susseguirsi,del giorno.

Nell’accostarsi di arpeggi eterei e

sfilanti sogni,

ci si lascia sfiorare da carezze irrisolte e

sogni incastonati di

pastello ed eterno…

 

Poesia di Tatiana Pisella 22/06/2011

(tutti i diritti riservati © )

 

in un solo attimo,

dove tutto è abbastanza,

dove le stanze sono aperte,

dove il varco è assente,

dove lo stupore persiste,

c’è l’infinito,pennellato di poesia e

colori…

Poesia di Tatiana Pisella 22/06/2011

(tutti i diritti riservati © )

LEGO

 

Ancora un giorno
mattone su mattone
come un dominio

abbiamo costruito
i moduli d'oriente


è l'immagine
di scompigliate pietre
un po' ordinate

col filo di pazienza
sognando occhi di cielo

 

Poesia di Lorenzo Bacco

( © tutti i diritti riservati )

 GOCCE DI STELLE/LE FAVOLE

 

Gocce di stelle su fili dorati
è pianto della luna al primo cielo
smorza al mattino il vento della sera
le favole dell'alpe nell'attesa

fioriscono in castelli illuminati
di luci bianche attorno ad una brace
bisogna raccontare ai bimbi quieti
storie del tempo più affascinanti

quando tutto finiva trionfante
e l'orco ritornava mogio e triste
nel suo regno di luogo scellerato

negli orridi profondi della notte
ove il buio sprofonda nella roccia
bollita e fusa in bolle fluorescenti

 

Poesia di Lorenzo Bacco

( © tutti i diritti riservati )

LABIRINTO

 

Seguire il filo rosso in labirinto
parafrasando arianna al suo teseo
le mani che s'intrecciano sul volto
quasi a cercare una soluzione

nei segni che s'affollano sul palmo
di vita e morte tutto parte in alto
di cerebrale involucro pensante
eppure basta poco per capire
 
ch'esiste un lieve transito d'appiglio
di là di qua dal segno di follia
ragione e mente al nesso di saggezza

occhio che apprende ed afferra il bello
il buono della vita che è davanti
e tutto trasferisce al labirinto

può apprendere finanche la dissidia
la scelta dunque è notte di concordia

 

 

Poesia di Lorenzo Bacco

( © tutti i diritti riservati )

LE AVVENTURE

 

Ombra nascosta alice che s'adombra
e chiama meraviglie in quelle dita
strano percorso ch'affronta la nostra
seguendo un coniglietto tutto bianco

scava la tana mediando un soppalco
pone paletti a non ritrarre il palco
in fondo c'è una griglia e mille porte
blindate e chiuse per accesso enorme

bevimi dice un vetro di bottiglia
così riduci in breve il tuo traverso
broglio infame non può piegar il varco

la chiave è troppo grossa per l'esigua
mangia un dolcetto si forma scherzetto
nel parapiglia si torna domani

 

Poesia di Lorenzo Bacco

( © tutti i diritti riservati )

LE AVVENTURE 2

 

Continua il reverendo la sua storia
tra specchi e tempi ch'alice vi trovò
i tempi sono quelli dell'estate
d'una mattina buia ed assolata

trovasi coniglietto a colazione
a ben guardare il fondo della notte
mangia un biscotto ridiventa alice
grande tra dolci e zucchero filato

è qui che l'avventura che s'intriga
valzer d'animaletti d'ogni specie
pesce ranocchio un bimbo trasformato

un gatto che sogghigna e si riforma
in camaleo appare e riscompare
giungendo infine lepre marzolina

come vedete intriga a meraviglia
un viaggio ancora lungo mille miglia

 

Poesia di Lorenzo Bacco

( © tutti i diritti riservati )

LE AVVENTURE 3

 

Siamo alla fine della fiaba alice
altre avventure spingono la nostra
a dipanar matassa della storia
e si ritrova al tè col cappellaio

che d'orologio segna sempre il giorno
tra indovinelli senza soluzione
alice si riscopre da regina
corte malsana in giochi e finti bari

processo al fante reo di sottrazione
tartine al sale e al pepe da dispensa
ahilui sentenza prima del giudizio

fortuna è tutto un sogno della notte
vedo la bella alice sotto fronde
onor del vero dorme in disincanto

ombra blu notte stelline di cera
riflesso di luna s'adagia a sera

 

Poesia di Lorenzo Bacco

( © tutti i diritti riservati )